Sei mela o pera? Lo decidono i tuoi geni

 

Abbiamo spesso parlato della costituzione a mela o a pera, tipica delle donne che hanno qualche centimetro in più depositato o nella parte alta o nella zona inferiore del corpo.

Spalle strette, poco seno, vita segnata,  fianchi larghi, caratterizzano la morfologia della donna ” pera”, con accumulo di grasso prevalentemente dalla vita in giù.

 La donna ” mela”, invece, tende ad avere la parte alta del corpo più importante e prominente: braccia e spalle in evidenza, seno prosperoso, punto vita poco evidente, fianchi stretti e gambe sottili.

Ma che cosa determina l’appartenenza ad una tipologia piuttosto che all’altra?

 Secondo uno studio pubblicato recentemente  su “Nature Genetics”, la distribuzione del grasso corporeo è regolato da 13 geni, particolarmente “attivi” nei confronti del sesso femminile. Gli scienziati, guidati da ricercatori dell’Università di Oxford e del Medical Research Council (GB), hanno analizzato  il codice genetico oltre 77.000 persone, alla ricerca di regioni del Dna che potrebbero essere legate a differenze della distribuzione del grasso. I 13 geni individuati dagli studiosi non spiegano completamente le diverse  proporzione tra busto e anche, soprattutto tra le donne, ma, in ogni caso, la questione apre scenari molto interessanti. “Con la scoperta dei geni che hanno un ruolo importante nell’influenzare la forma ‘a mela’ o ‘a pera’ del corpo, e con quella delle variazioni fra uomini e donne - spiega Cecilia Lindgren del Wellcome Trust Centre for Human Genetics a Oxford – speriamo di capire anche i processi biologici alla base di questo fenomeno”.

Come spesso abbiamo ripetuto, noi di VivoBeneDonna non siamo “pro grasso”: crediamo che l’obesità sia un problema da contrastare per quanto possibile. Conoscere però le motivazioni per cui si tende ad ingrassare in certe zone del corpo piuttosto che in altre  può aiutare a mettere in atto strategie di ripristino di una corretta forma fisica, e insieme,  ad elaborare cure contro una serie di malattie legate all’adipe. Non solo l’eccesso di peso , ma anche la forma del corpo è importante per poter formulare  il quadro clinico di una persona obesa: in particolare, la forma a mela è legata a rischio diabete e malattie cardiovascolari.

Si apre una nuova strada sulla via della comprensione degli elementi  che ci rendono più “mele” o più “pere”? Speriamo!

Fiammetta Fortini

Fiammetta Fortini

Taglia 48, ha trovato finalmente il blog nel quale esprimere tutta la sua vitalità, allegria e passione per la moda. Laurea in Scienze della Comunicaizone, ama il giornalismo e la buona tavola. Appassionata di libri e di cinema, difficilmente sa resitere alla tentazione di una nuova borsa o di un paio di scarpe e va particolarmente orgogliosa dei suoi buoni affari nei mercatini.

Be first to comment