Per Natale “Adotta un mondo di SI”, aiuta la Lega Del Filo D’Oro

by Susanna Reschiggian

Sicuramente starete già pensando ai regali di Natale, i doni che testimoniano -più che mai in questo periodo- l’affetto che proviamo verso le persone che ci sono più care. Ma questo è anche il momento giusto per dimostrare solidarietà nei confronti di persone meno fortunate di noi, che con un piccolo gesto potrebbero ricevere un grandissimo aiuto.

Si, perché per questo Natale un piccolo gesto d’amore può durare tutto l’anno.

Lega Del Filo D’Oro, infatti, ha lanciato la campagna Adotta un mondo di sì, un modo semplice e immediato per poter offrire il proprio aiuto, con donazioni regolari, a quelle persone che hanno bisogno di assistenza.

Lega del Filo d’Oro è un’organizzazione che dal 1964 si impegna per aiutare le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali a sviluppare al meglio le proprie potenzialità e ne favorisce l’inserimento in società, offrendo al tempo stesso supporto alle loro famiglie.

adotta un mondo di si lega del filo d'oro

Attraverso la campagna Adotta un mondo di sì, Lega del Filo d’Oro dice un grande SI alle potenzialità di tanti bambini pluriminorati e sordociechi, permettendo loro di progredire e di raggiungere grandi risultati.

Un esempio? il testimonial 2015 della campagna è Agostino, un bimbo affetto dalla sindrome di Charge, una patologia genetica grave, che colpisce un bambino su 10.000. Alla nascita Agostino ha difficoltà respiratorie, gravi difetti visivi e uditivi, e viene più volte operato al cuore. I suoi primi otto mesi di vita trascorrono in ospedale, in una camera sterile. Poi avviene l’incontro dei suoi genitori con gli operatori della Lega Del Filo D’Oro. Il recupero del bimbo è enorme: Agostino, seguendo un percorso creato apposta per lui, impara prima a stare seduto, poi in piedi, infine a camminare. Ma non solo. Agostino ha imparato ad interagire con il mondo circostante e oggi sta imparando la lingua italiana dei segni: sapete qual è la parola che vuole comunicare quando batte il suo pugnetto chiuso sulla guancia?  È “Mamma!”

Agostino lega filo doro.-

Ecco perché l’imminenza del Natale deve spingerci a fare (e a fare a noi stessi) uno dei doni più belli: regalare ad un bambino sordocieco o pluriminorato la possibilità di progredire al meglio per arrivare al massimo delle proprie potenzialità. Tutto questo attraverso donazioni regolari, che vanno da 10 a 25 euro mensili: in questo modo sarà possibile sostenere il lavoro di personale medico, educatori e operatori e permettere alle famiglie di rimanere accanto ai propri figli durante il percorso.

Come aderire alla campagna? Basta compilare il form qui sotto, oppure collegarsi pagina http://bit.ly/1SYetqp per ricevere ulteriori informazioni.

 

Un atto di generosità renderà il nostro Natale più sereno. Garantito.

Related Posts

Leave a Comment